Sei uno Psicologo?

Scopri come essere visibile su questa e su altre directory

Cerca lo Psicologo

Il training autogeno in gravidanza

“Aspetto un bambino”... una frase così breve e così semplice da fare a volte paura.
Uno dei momenti più intensi ed emozionanti della vita di una donna e di una coppia, può a volte essere costellato da molte paure, che spesso sono alla base di un forte stato di ansia.

E che dire…. sappiamo che l'ansia spesso può indurre tensione anche a livello fisico, che porta ad aumentare alcuni dolori ed alcuni malesseri.

Numerose ricerche hanno individuato un significativo miglioramento del vissuto delle future mamme che seguono un percorso individuale o di gruppo di rilassamento in questa fase della loro vita; tra gli approcci quello che voglio descrivervi in questo articolo è relativo al Training Autogeno, una tecnica ideata da Shultz negli anni'30.

Tra i numerosi benefici che tutti possono trarne, alcuni sono assolutamente specifici per questa fase di vita; innanzitutto esso permette di attenuare le oscillazioni di umore, che spesso accompagnano il periodo della gravidanza, fungendo anche da fattore di protezione per le fasi che seguono il parto.  I cambiamenti che aspettano la futura mamma e la coppia sono tanti e spesso ci si può sentire sopraffatti dai dubbi relativi alle proprie capacità nel gestire il bambino, ai cambiamenti che dovrà affrontare la coppia, ai ruoli, alla quotidianità che verrà stravolta e così via. Questa tecnica può aiutare ad affrontare in modo più sereno e positivo tutto questo, grazie anche a un primo contatto mentale con la nuova realtà che inizia ad integrarsi con un “immagine di sè” nuova ed ancora tutta da costruire.

Il Training Autogeno, se praticato regolarmente, produce inoltre cambiamenti sia a livello psicologico, sia a livello fisico; fondamentale per le future mamme è l'aiuto che questo percorso può dare nell'entrare in contatto con il proprio corpo, aumentando la consapevolezza, per vivere meglio i cambiamenti che avvengono così rapidamente e che spesso provocano disagio e tensione.

L'ansia e l'agitazione che ne possono derivare possono essere contrastate dalle endorfine prodotte nel nostro corpo proprio grazie all'allenamento autogeno; questi particolari prodotti del cervello aiutano anche a controllare il dolore e riequilibrano i messaggi nervosi, come quelli che regolano la nausea e il vomito.

Questo metodo consente inoltre di abituarsi a ridurre il dispendio energetico quotidiano ed a recuperare le energie in modo più rapido; si è potuto osservare come 20 minuti di rilassamento eseguito correttamente ed abitualmente permettono un recupero di energie, pari a quello ottenuto con tre ore di sonno.

Come abbiamo visto i benefici portati possono essere veramente molto numerosi; tuttavia è importante non dimenticarsene uno fondamentale, ovvero quello di concedersi del tempo per sé stesse, lasciando fuori il mondo esterno e le preoccupazioni, e, perché no, condividere con altre future mamme momenti positivi e felici, ma anche paure e preoccupazioni.


Dott.ssa Elena Di Blasio
Psicologo/Psicoterapeuta
SITO WEB: www.elenadiblasio.it

Valid XHTML 1.0 Transitional   CSS Valido!

Sei uno Psicologo? Per la tua pubblicità Clicca Qui

Questo sito fa uso di cookie. Per saperne di più leggi l'informativa

OK